Le figure professionali che intervengono nel percorso formativo di alternanza scuola lavoro sono: docente tutor interno, tutor formativo esterno, affiancati dalla funzione strumentale per l’orientamento e dal referente di progetto, come punto di raccordo tra gli operatori interni ed esterni per coordinare le attivitA� previste dai singoli progetti.

Il tutor interno, viene designato dall’istituzione scolastica tra coloro che, avendone fatto richiesta, possiedono titoli documentabili e certificabili o nominati dal D.S. e il suo staff in base ai seguenti criteri:

  • Insegnare nella classe dove si svolge ASL
  • Disponibili a sperimentare l’esperienza
  • Con esperienza nel campo dell’alternanza di scuola lavoro
  • Liberi da impegni che ostacolanoA�le attivitA� di ASL

Il Tutor svolge le seguenti funzioni:

  1. elabora, insieme al tutor esterno, il percorso formativo personalizzato che verrA� sottoscritto dalle parti coinvolte (scuola, struttura ospitante, studente/soggetti esercenti la potestA� genitoriale)
  2. assiste e guida lo studente nei percorsi di alternanza e ne verifica, in collaborazione con il tutor esterno, il corretto svolgimento
  3. gestisce le relazioni con il contesto in cui si sviluppa la��esperienza di alternanza scuola lavoro, rapportandosi con il tutor esterno
  4. monitora le attivitA� e affronta le eventuali criticitA� che dovessero emergere dalle stesse
  5. valuta, comunica e valorizza gli obiettivi raggiunti e le competenze progressivamente sviluppate dallo studente
  6. promuove l’attivitA� di valutazione sull’efficacia e la coerenza del percorso di alternanza, da parte dello studente coinvolto
  7. informa gli organi scolastici preposti (Dirigente Scolastico, Dipartimenti, Collegio dei docenti, Comitato Tecnico Scientifico/Comitato Scientifico) ed aggiorna il Consiglio di classe sullo svolgimento dei percorsi, anche ai fini della��eventuale riallineamento della classe
  8. assiste il Dirigente Scolastico nella redazione della scheda di valutazione sulle strutture con le quali sono state stipulate le convenzioni per le attivitA� di alternanza, evidenziandone il potenziale formativo e le eventuali difficoltA� incontrate nella collaborazione