Gli studenti  in mobilità in uscita, presso scuola pubblica o privata di scelta della famiglia, al rientro nella scuola di provenienza dovrà presentare al c. di classe i seguenti documenti:

  • programmi di studio effettivamente svolti e tradotti in italiano
  • una legenda o delucidazioni scritte relative al sistema di valutazione usato all’estero
  • una copia del titolo di studio rilasciato dall’Istituto estero (può essere utile fornire alla scuola la “dichiarazione di valore” del titolo ottenuta dal Consolato italiano di riferimento in modo che riporti l’equivalenza con il sistema di valutazione italiano)

Lo studente dovrà altresì consegnare in segreteria l’originale del titolo di studio conseguito all’estero, per l’inserimento nel suo fascicolo personale.

Per l’acquisizione di dati ai fini della valutazione, lo studente dovrà consegnare al Consiglio di classe una relazione scritta (anche in formato digitale) sull’esperienza svolta  e sugli apprendimenti formali, non formali e le competenze acquisite all’estero (struttura della relazione, vedi allegato 1). In occasione del colloquio, volto ad accertare l’avvenuta integrazione di quanto previsto nella scheda del piano di studi personalizzato, lo studente la presenterà e alla fine del colloquio, il Consiglio di classe assegna il credito scolastico in una seduta riservata ai soli docenti.

Piano personalizzato: programmi delle materie da reintegrare

  1. Struttura Relazione sul periodo di mobilità
  2. Disegno e Storia dell’Arte
  3. Tedesco
  4. Francese
  5. Inglese
  6. Matematica linguistico
  7. Matematica
  8. Scienze
  9. Storia
  10. Filosofia
  11. Fisica
  12. Informatica
  13. Italiano
  14. Latino