Le programmazioni, elaborate a tre livelli, si articolano in tappe sequenziali e definiscono in modo progressivo e unitario i vari elementi del percorso progettuale stabilito in sede di dipartimento disciplinare.

Programmazione Dipartimento

  • Definisce saperi e competenze essenziali
  • Organizza contenuti in moduli disciplinari
  • Indica metodologie, strumenti e criteri di verifica

Programmazione ConsiglioA�diA�classe

  • Analizza i livelli di ingresso degli alunni
  • Individua finalitA� educative e didattiche contenute nel P.O.F. piA? rispondenti alla classe
  • Condivide metodologie, strumenti e criteri di verifica
  • Pianifica eventuali recuperi e/o approfondimenti
  • Progetta moduli interdisciplinari e di compresenza

Programmazione Disciplinare

  • Rispetta quanto concordato a livello dipartimentale e fa riferimento al regolamento per i Licei contenuto nel D.P.R. n. 89/2010 e nelle Indicazioni Nazionali D.I. n. 211/2010

Metodologia

  • Lezioni frontali
  • Lavori di gruppo e/o a coppie, simulazioni, dibattiti
  • CentralitA� del testo
  • ModularitA�
  • Percorsi formativi flessibili
  • Processi di apprendimento ricorsivi a spirale
  • Didattica laboratoriale, anche attraverso la��uso consapevole delle tecnologie multimediali

Tipologia di verifiche

Test: controlla in tempi brevi il livello di acquisizione dei contenuti per progettare recuperi/potenziamento eA�verificano competenze circoscritte a piccoli segmenti di curricoli

Prove scritte:A�verificano competenze relative ad un modulo o ad ampi segmenti curricolari

Prove orali:A�misurano capacitA� di ragionamento,A�chiarezza espressiva e acquisizione del linguaggio specifico

Relazioni:A�valutano esperienze di laboratorio, di analisi di testi cinematografici e di letture

Ricerche:A�stimano capacitA� di sintesi e di approfondimento

Programmazioni disciplinari

1A� Biennio (I – II)

2A� Biennio (III – IV)

5A� Anno