Per favorire un armonico inserimento degli allievi, nel nuovo contesto scolastico, la commissione per la formazione delle classi prime tiene conto dei seguenti criteri:

  • Distribuire gli alunni in modo equo per impegno e profitto, utilizzando soprattutto le valutazioni del primo periodo della scuola media
  • Creare equilibrio tra le classi per fasce di livello e numero dei ragazzi e delle ragazze
  • Mantenere, nei limiti del possibile, piccoli gruppi (max 3/4) omogenei per luogo ed istituto di provenienza
  • Distribuire equamente:
    • situazioni di disagio
    • situazioni di handicap
    • studenti non promossi, sia interni che provenienti da altri istituti, compatibilmente con gli indirizzi di studi scelti
    • studenti stranieri
  • Considerare i fratelli frequentanti l’Istituto per sezione ed indirizzo (se richiesto)
  • Valutare le richieste/esigenze motivate dalle famiglie
  • Sorteggiare in caso di numero eccedente